kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

venerdì 10 maggio 2013

Hei Jo Shin


Dal turbinare delle giornate a rincorrere la vita di sempre, mi fermo per un momento.
Riappare in giardino la simpatica figura del Makiwara di paglia, compagno e amico per sempre, di questa esperienza chiamata Kyudo.
Piano piano stò riacquistando una certa sicurezza nel riprendere l'arco in mano, anzi a dirsi bene, provo delle nuove sensazioni positive.
Ci stò passando attraverso, è quel momento in cui bisogna sforzarsi di allineare per bene le ossa e la pelle del corpo e tenere la mente a bada, ferma come una montagna.
Torna a farsi sentire il suono della corda, vibrante e forte che in un certo senso scaccia via dalla mente il pensiero di fermarsi.
Allineando, aprendo, torcendo e scoccando.....e tutto sparisce in un attimo.
Hei Jo Shin, una mente calma in ogni situazione.....


Nessun commento:

Posta un commento