kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

lunedì 27 maggio 2013

Conoscenza dei materiali.



Una delle cose che stò apprendendo dalla scuola Heki è la fantastica conoscenza dei materiali di cui facciamo uso durante la pratica.
Ci si concentra molto sulla tecnica, ma sopratutto c'è dietro tutto uno studio sui materiali che compongono l'arco e le freccie, contando sul binomio potenza flessibilità e adattamento dell'arciere al materiale utilizzato.
Durante incontri con amici di altri dojo, mi è andato l'occhio curioso, su alcune freccie utilizzate da praticanti esperti, diverse da quelle che normalmente utilizzo durante il tiro.
Non mi è stata data una risposta soddisfacente a domanda fatta, sul perchè si sperimenti l'utilizzo di questo tipo di freccie dagli interessati, ma il buon amico Maurizio Francescangeli mi ha in una certa misura soddisfatto donandomi una freccia molto simile a quella da me vista iin precedenza.
Questa freccia, dall'aspetto molto fine e leggero mi ha colpito sulla risposta e sulla velocità che l'arco gli imprime adottatando la tecnica Heki.
A conti fatti, a check effettuato, mi è andata sempre a bersaglio mantenendo perfettamente la traiettoria con una velocità incredibile, non si ha il tempo di vederla scoccare dall'arco.
Maurizio devo darti atto di avermi dato senza parole una spiegazione esauriente sull'argomento, e sopratutto per il bel lavoro che hai fatto con la cocca in corno e la punta da sabbia "fai da te" che hai costruito.
Studiando la tecnica Heki e magari riuscendo a comprendere bene la potenza del proprio arco unita alla caratteristica di una buona freccia penso nel mio immaginario, si possano ottenere dei buoni risultati di studio sulla funzionalità dei materiali utilizzati.
Allego solite foto artigianali dell'immancabile e curiosa digitale Heki da Studio.




Nessun commento:

Posta un commento