kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

lunedì 15 aprile 2013

Perchè non provare!





E gira come gira ogni allenamento dedicato al tiro con l'arco, racconta un pò della testa che portiamo in capo al nostro corpo.
Più che testa, l'intera struttura corporea è interessata a tutti quei pensieri su come si realizza un buon tiro seguendo i dettami della scuola.
Si eseguono dei kata o forme che unite insieme costituiscono la struttura del tiro con lo Yumi, ma durante questi passaggi ci si trova ad affrontare una serie di emozioni che influiscono sull'andare della sequenza.
Alla ricerca della perfetta calma, senza pensieri che turbino la mente, lo shock di quel microsecondo che d'improvviso ti fà esitare e....schiock!! la freccia se ne và  a conficcarsi la dove tu non avevi mirato........, ekkekavolo aggiungerei in silenzio!! ed ecco che pure l'attenzione del momento và a farsi friggere.
L'iscrizione del motto di Takeda Shingen Signore di Kai diceva:

"Veloce come il vento
implacabile come il fuoco,
Silenzioso come la foresta,
     Irremovibile come la montagna. "

Come ogni volta che mi trovo a ragionare come il vecchietto di paese all'angoletto del dojo, mi vengono in mente questi antichi aforismi letti in biblioteca su qualche testo, ma che comunque ringalluzziscono la voglia di studiare, una sorta di sfida o koan come direbbe qualche amico dell'ambiente zen.
Poche righe che vanno dirette al cuore, perchè non provare??
......come la montagna.





Nessun commento:

Posta un commento