kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

sabato 27 aprile 2013

Nei tempi cattivi.




....e capita, freccia dopo freccia, capita anche quel momento in cui ci si ferma per un attimo.
Si ha la sensazione di non andare ne avanti ne indietro, anzi la mente non ne vuole sapere di aprire l'arco e tirare una buona freccia.
Si ha il desiderio di starsene beatamente al di fuori della linea di tiro, solo ad osservare gli amici del dojo che tirano, senza curarsi del borbottare incessante delle proprie freccie e del proprio arco che vorrebbero al tuo contrario, esplodere al meglio delle loro possibilità.
Di tutto questo momento che stò attraversando con fatica, fà capolino nella mia mente un passaggio letto nel poema senza parole o Mugonka del maestro Yoshida Genpachiro Shigeuji Insai (1561 - 1638).
Ventiduesima poesia:
"Tutti amano tirare
quando sono in buone condizioni,
pochi continuano sulla via dell'arco
lungo tutta la vita,
anche nei tempi cattivi."
Mi viene da sorridere e non poco, pensando tra me e me che anche negli uomini del passato vi siano stati dei momenti in cui si volesse far piazza pulita di tutta la questione, non escluso il maestro Insai.
Il kyudo al pari di tante arti marziali si compone di tanti momenti importanti da attraversare, è un crescere costante di sensazioni che lottano continuamente contro la nostra personalità, tirando fuori quello che c'è dentro di noi come la costanza e la tenacia, o la debolezza e la rassegnazione.
Una grande scuola di perfezionamento del proprio carattere.
.....e comunque capita, freccia dopo freccia.


4 commenti:

  1. tomaso francois30 aprile 2013 08:05

    fantastico!! hai messo il dito nella piaga.per tutti è facile smettere quando le cose vanno male!! bisogna persistere con santa pazienza e i risultati arrivano.tomaso.

    RispondiElimina
  2. O Tom, vedo che ci entriamo in due su questo tema e a questo punto grazie per la compagnia che è sempre piacevole con te.
    Comunque è solo una questione di testa e di stanchezza, e nel frattempo ho già in parte fatto pace con arco e freccie..........niente male direi.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  3. le pause mentali non fanno mai male....nello sport intendo...con i twins è difficile staccare...santo papà...

    RispondiElimina
  4. ...certo in certi momenti mi verrebbe voglia..., ma mi stanno attaccati come due piccoli orsacchiotti, che devo fare Mam??

    RispondiElimina