kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

domenica 27 novembre 2011

Taikai Heki secondo turno.

Con questa bella giornata all'Ostia Circolo Polare Artico si è conclusa una buona giornata del secondo turno Heki di gare di andata tra Aka Tombo e Heki Danjo.
Questa prima turnata ci ha visto vincitori dell'orso bianco (dato il freschetto mattutino), con le nostre amiche dell'Heki danjo, a cui và tutto il mio doveroso rispetto per la bravura e l'ottima accoglienza di sempre.
C'è sempre da lavorare molto, le gare offrono un momento di sfida con Noi stessi, e nonostante il progresso ottenuto lavorando seriamente nello studio della tecnica, non si è mai soddisfatti fino in fondo, si pensa sempre che si poteva fare di più.
Mi torna in mente una frase del maestro Inagaki citata nel libro di  Genzini -"KYUDO la via dell'arco":
SEI SHA HICCHU, - Il tiro corretto colpisce sempre il centro.
Tralasciando l'evento del momento, mi soffermo seriamente su questa frase che è un pò la base per progredire nello studio della tecnica Heki.
Ora attendiamo di gustarci un'altra bella giornata per la gara di ritorno di domenica prossima, e che le nostre freccie possano essere più forti della volta precedente.
Allego le solite foto caratteristiche dell'arcaica digitale terrestre.



domenica 20 novembre 2011

Esperienze e considerazioni.

Esperienze, è il termine che voglio usare per esprimere un pensiero di oggi.
Partecipando ad incontri piacevoli con altri amici kyudoka, mi rendo conto di quanto sia interessante lo studio dei materiali e l'attenzione che si rivolge ai materiali stessi per la scuola Heki.
Affinchè tutto funzioni, la negligenza e l'approssimazione non sono affatto ammesse, come dire: avere sempre tutto il materiale a punto, senza imperfezioni.
Noto spesso, e a me piace osservare molto e trafugare con gli occhi, che molti arcieri non pongono attenzione al punto di incocco (NAKA JIKAKE), che quasi sempre lo si vede sfilacciato a ancor meglio, nel momento di incoccare la freccia (YA), la cocca (Hazu) non entra perchè la canapa avvolta intorno alla corda ha uno spessore notevole impedendone la giusta esecuzione.
Se durante il tiro avviene questo, l'attenzione focalizzata per l'intera esecuzione del tiro, subisce un momentaneo stop mentale, la concentrazione và veramente a farsi friggere.
Altra cosa è l'arco stesso.        Ho notato che spesso lo si carica con superficialità, una volta caricato va bene!! 
Bisognerebbe sempre guardare che il cappio della corda sia sopra che sotto abbia le legature a posto, e se l'allineamento della corda sia sempre perfetto con l'asse dell'arco, affinchè nulla, a parte lo studio continuo della tecnica, possa impedire un buon tiro.
Come è ben descritto nel Manuale tecnico "Kyudo la via dell'arco" - la negligenza e l'approssimazione non sono del vero Kyudo.
Queste mie considerazioni personali le tengo veramente a contatto ogni volta che pratico l'arte del Kyudo.



lunedì 14 novembre 2011

Intervallo

Ma tu guarda!!!
La sera prima mi soffermo su un pensiero che stò leggendo su un libricino intitolato "La saggezza dei Maestri Zen, nell'opera di Sengai", e il giorno dopo visitando la splendida cittadina di Nemi e la stupenda cornice del suo lago, mi fà venire in mente una frase in particolare:

"Proprio perchè stiamo 
tra il bene e il male 
ci delizia la fresca brezza della sera."

Meglio ricordare le parole dei saggi, che quelle degli stolti.
  

martedì 8 novembre 2011

Considerazioni dell'attimo.

Davanti a me si prospetta un buon pomeriggio per andare a tirare due buone freccie al Dojo.
Tutto è pronto, ma quel brontolare di fuori mi fà capire che forse dovrò rimandare, e....non mi sbaglio.
Piove e aripiove, ma tuttosommato è un ottima occasione per gustare un buon thè e godersi un momento di riflessione.
Come è nero il cielo, un pò come il mio umore, ma quella tazza fumante ed invitante mi fà cambiare idea.
Mi siedo e godo questo momento, davanti a me il mio maestro di sempre, il mio giardino.
Piove comunque e ovunque, ma questo thè pomeridiano è davvero buono.
Considerazioni dell'attimo.