kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

domenica 30 ottobre 2011

Nulla di tuo.

  Rimango solo nel dojo per chiudere finalmente una bella lezione mattutina accompagnata da un felice sole sorridente.
Mi torna in mente una bella frase che ho letto giorni fà su un bel libro da poco acquistato; ( Lo zen, l'arco, la freccia - J. Stevens): "Ciò che possiedi di materiale e che ritieni sia prezioso è tuo nemico.   Quando vieni a tirare, non portare nulla di tuo".
Io vedo con gli occhi e sperimento di persona, e accetto di buon grado questo insegnamento.
Ora posso riprendere tutto e tornarmene a casa.
A Però, che bella compagnia quel boschetto di Bambù.



4 commenti:

  1. E' tuo nemico :)
    Com'è facile riconoscere le parole giuste,mi fanno quasi sorridere di me stessa e delle mie illusioni.
    Come sempre mi stupisci,non nel senso che "da te non me l'aspettavo",nel senso di ritrovarsi sorpresi di fronte a un amico che ha occhi che vedono qualcosa che io non avevo visto.
    Quella porta di legno sul bosco di bambù è poesia!

    RispondiElimina
  2. Non ti ho scritto prima perchè il tuo blog non mi faceva inserire commenti....comunque...grazie per l'invito ma non torno a Roma per ora. A monterosi ci sono stata sabato....è venuto a mancare uno dei sensei più anziani e al quale ero particolarmente affezionata visto che mi "adottò" in Giappone e mi sopportò a casa sua: E' stata fatta una piccola cerimonia in suo onore. E dunque Salvatore è un tuo amico, eh?! Ti ha già detto che ci siamo conosciuti???
    Bene, passa belle giornate presso il dojo....mi troverai nel rametto di rosmarino spezzato a sinistra del vialetto d'accesso :)

    RispondiElimina
  3. Ale,ma davvero guarda, quel boschetto di Bambù è spettacolare.
    Stasera che tirava un pò di vento, c'era una musica fantastica.
    Le illusioni penso che un pò ce le portiamo dietro tutti, chi più chi meno, penso sia saggio saper riconoscere che in fondo in fondo nulla ci appartiene veramente. Per il momento queste letture e questi consigli, mi aiutano sempre a cambiare qualcosa di me, a limare il superfluo.
    Ecco per l'appunto, quel superfluo è dannatamente difficile da limare.

    RispondiElimina
  4. Sora Pam!! scommetto che quel rametto servirà sicuramente per condire un buon abbacchietto allo scottadito!!!!!
    Mi unisco al cordoglio per la perdita di questo Maestro che non ho avuto la possibilità come te di conoscere, e sapevo della cerimonia che avete fatto in sua memoria, una buona azione la Vostra. In questi casi si dice sempre che una persona vive sempre. se è sempre vivo il ricordo dentro di Noi.
    Sono contento che hai conosciuto Tore, è un mio caro amico insieme alla moglie Chaki, un Vero samurai de'noantri.
    Mi dispiace non poterti incontrare al prossimo evento, penserò all'abbacchietto quando vedrò quel rametto di rosmarino.
    Grande Pam.

    RispondiElimina