kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

venerdì 10 giugno 2011

Le forme dell'Arco (Yumi).


Lo Yumi è senzameno un'arco interessante da molti punti di vista, dotato di una forma classica asimmetrica.
A differenza del nostro arco Occidentale, nel tempo è rimasto sostanzialmente lo stesso che veniva utilizzato molti secoli fà in Giappone.
L'arco in bambù Giapponese ha la singolarità del fatto che l'impugnatura non si trova al centro come per gli archi Occidentali, ma ad una distanza di circa un terzo dalla base.
Come già spiegato in un vecchio post, è un arco asimmetrico e quindi la spinta proviene dalla parte inferiore, mentre la sua parte superiore svolge due funzioni, ovverosia sostenere la corda dall 'Ura Hazu e come guida per la corda (Tsuru).
Ogni nodo di bambù svolge la sua funzione ed a un nome corrispondente, di cui mi piacerebbe parlare, ma purtroppo i termini sono in giapponese e trovo difficoltà nel nominarli, non oso nemmeno trascrivere il nome su questo post ma solo disegnandoli imitando quello che si riesce a reperire, poichè ne stò ancora studiando la loro funzionalità durante il tiro e la pratica nel dojo........ma non mi arrendo.
Comunque, in ogni sua parte, l'arco Giapponese è stato studiato appositamente, per renderlo incomparabilmente forte e flessibile.
Allego foto alquanto casalinghe, ma interessanti per lo studio di questo stradivari dell'arcieria.


4 commenti:

  1. A me piace molto vedere la proporzione della forma dell'arco accostata al corpo umano,nel momento in cui la corda è in tensione e si deve "tirare"(non ridere)

    RispondiElimina
  2. Ciao Ale! perchè ridere?? hai posto la domanda, allo stesso modo di come la porrei io.
    La bellezza delle forme nei vari suoi passaggi, fino al rilascio e in quel che rimane alla fine, assume una forma davvero interessante, non dimenticare che a me piace disegnare.
    Bella osservazione comunque!

    RispondiElimina
  3. Ciao Enzo, bell'articolo utilissimo per il nostro studio. Il disegno, con i nomi delle varie parti dello yumi scritte in romanji, è perfetto.
    Il kyudo è bellissimo ^^
    Ciaooo

    RispondiElimina
  4. Ciao Tore
    Mannaggia la conoscenza delle lingue, ma comunque da buon Italiano, mi adatto alla situazione, e con la pratica e con la lettura dei pochi testi reperibili, stò cercando di comprendere bene la funzionalità dello Yumi, e la scuola Heki mi aiuta molto su questo.
    Concordo con la bellezza del Kyudo, certamente il mio bastone per la vecchiaia :)))

    RispondiElimina