kyudo

kyudo
Un Diario di appunti sull'arte del Kyudo e non solo.....

domenica 30 gennaio 2011

Le fauci della tigre.


Nella lezione di oggi durante il tiro, mi è venuto in mente quello che ho letto sul libro "La via del tiro con l'arco".           Ogni volta che ci si appresta al tiro, bisogna comprendere bene "la presa", come si deve impugnare bene l'arco.        La mia visione di questi movimenti presenti nella mia mente, passano dal pensiero alla penna con questi schizzi abbozzati.
Nel primo caso si incastra lo spazio tra il dito pollice e l'indice, che viene chiamato "Le fauci della Tigre o Tora no Kuchi".       La parte finale del pollice viene chiamata punto di tsunomi.   La pressione viene esercitata sullo spigolo destro dell'impugnatura dell'arco.      La pelle compresa tra il pollice e l'indice viene fatta aderire all'impugnatura lievemente ad angolo retto con un movimento dal basso verso l'alto.      Due terzi dell'impugnatura è sostenuta dal lato delle "fauci della tigre", un terzo dal lato dell'indice, poi si posiziona il mignolo in modo che sia più vicino al pollice.    Di seguito si pone l'anulare sull'impugnatura tra il mignolo e il pollice, ed infine si incunea il medio sotto il pollice per radicare la posizione, cosicchè le tre dita formeranno un'unica linea per il "te no uchi", il più stretta e compatta possibile.
Tutto questo ricorda come già detto in un precedente post, il "Momiji gasane", o foglie d'acero sovrapposte, che con tanti colori diversi, in autunno cadendo una sull'altra, formano un tutt'uno.




2 commenti:

  1. ciao ho trovato il tuo sito da altri link di amici che amano il Giappone, se ti va passa a trovarmi al mio blog, mi piacerebbe scambiarci i link :)

    RispondiElimina
  2. Perchè no! Tanti amici fanno piacere, bentrovato.

    RispondiElimina